Mediazione e Conciliazione

 

Mediazione

La mediazione è uno strumento di giustizia alternativa che consente alle parti di trovare una soluzione amichevole in caso di liti civili e commerciali, vertenti su diritti disponibili.
La riforma della mediazione mira a deflazionare il notevole carico di lavoro della magistratura, offrendo al cittadino uno strumento rapido, economico e certo.
La Camera di Commercio del Molise è iscritta al n. 92 del Registro Nazionale degli Organismi di mediazione, tenuto dal Ministero della Giustizia.
La mediazione può avere inizio:
- quando la legge prevede, per alcune materie, l’obbligo di esperire un tentativo di mediazione prima di proporre l’azione giudiziale
- su iniziativa di parte
- su disposizione del giudice
- in virtù di un’apposita clausola contrattuale o statutaria
La domanda di mediazione deve essere presentata presso un Organismo con sede nel luogo del giudice territorialmente competente per la controversia.
In caso di mediazione obbligatoria, le parti, durante tutto il procedimento, devono farsi assistere da un avvocato.
In caso di esito positivo della mediazione, se il testo dell’accordo allegato al verbale viene sottoscritto, non solo dalle parti, ma anche dagli avvocati, l’accordo stesso diviene immediatamente titolo esecutivo per l’espropriazione forzata, l’esecuzione per consegna e rilascio, l’esecuzione degli obblighi di fare e non fare e per l’iscrizione di ipoteca giudiziale.

Normativa
D.lgs. 4 marzo 2010, n. 28
D.M. 18 ottobre 2010, n. 180
D.M. 6 luglio 2011, n. 145
Decreto Legge 69/2013 convertito dalla Legge 98/2013
D.M. 4 agosto 2014, n. 139
Sentenza del TAR Lazio n. 1351/2015 (vedi allegati)
Ordinanza del Consiglio di Stato n. 1694/2015 (vedi allegati)

Contenuto aggiornato al:Martedì, 19 Dicembre, 2017 - 10:54