MUD

 

MUD

La presentazione del modello è fissata al 16 giugno 2021.

Il modello di dichiarazione ambientale da utilizzare per le dichiarazioni da presentare con riferimento all'anno 2020 è contenuto nell'allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 23 dicembre 2020, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 10 alla Gazzetta ufficiale - serie generale - n. 39 del 16 febbraio 2021.

Soggetti interessati

1. Comunicazione Rifiuti speciali 

* Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, compreso il trasporto in conto proprio di rifiuti pericolosi

* Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione 

* Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti 

* Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi, con alcune eccezioni

* Imprese ed enti produttori iniziali, con più di dieci dipendenti, di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, dalle fosse settiche e dalle reti fognarie

* Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, i soggetti produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da:

- attività di servizio quali: Istituti di credito, Società Finanziarie, Assicurazioni, Istituti di ricerca, poste e telecomunicazioni, società immobiliari

- attività commerciali quali: Ristoranti, Bar, alberghi, commercio al dettaglio e all'ingrosso, farmacie

- attività sanitarie quali: ambulatori, cliniche, ospedali, aziende sanitarie

- enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione, nel settore dell'istruzione, della difesa, della sicurezza nazionale e dell'ordine pubblico

- attività principale di costruzione, demolizione e scavo

Per i rifiuti non pericolosi e pericolosi, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01(barbieri e parrucchieri), 96.02.02 (attività di estetista) e 96.09.02 (tatuatori). 

2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso 

* Autodemolitori: operazioni di messa in sicurezza e demolizione

* Rottamatori: operazioni di rottamazione ed adeguamento volumetrico delle carcasse di auto, già state sottoposte ad operazioni di messa in sicurezza

* Frantumatori: operazioni di frantumazione delle carcasse di auto che sono già state sottoposte ad operazioni di messa in sicurezza, smontaggio delle parti recuperabili ed eventuale adeguamento volumetrico 3. Comunicazione Imballaggi 

* CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c) 

* Impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152. 

* Soggetti di cui all'articolo221, comma3, lettere a) e c) ovvero produttori che hanno organizzato autonomamente, anche in forma associata, la gestione dei propri rifiuti di imballaggio su tutto il territorio nazionale

4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche 

* ImpianticheeffettuanoleoperazioniditrattamentoedirecuperodeiRaeederivantidallecategoriediapparecchiatureelettricheedelettronicherientrantinelcampodiapplicazionedelD.lgs.49/2014

* Centri di raccolta istituiti dai produttori o terzi che agiscono in loro nome ai sensi dell’art. 12, comma 1, lettera b), del D.Lgs. 49/2014

5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione 

Comunicazione telematica sul sito www.mudcomuni.it

* Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati. 

 Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche 

Comunicazione telematica sul sito www.registroaee.it

* Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento. 

Novità

AUTORIZZAZIONI IMPIANTI

• Gli impianti che svolgono attività di recupero dovranno comunicare, nella scheda SAAUT,

se l'autorizzazione è riferita ad attività di recupero per le quali è stata prevista

applicazione del c.3 art. 184ter.

MATERIALI

• Nella comunicazione rifiuti e veicoli fuori uso sono state apportate modifiche alle

informazioni relative ai materiali derivanti dall’attività di recupero.

RAEE

• Modificate le categorie della comunicazione RAEE per adeguarle all’entrata in vigore

dell’open scope e della classificazione prevista dall’allegato III al D.lgs. 49/2014

• Aggiunta la voce relativa alla quantità di RAEE preparati per il riutilizzo.

COMUNICAZIONE RIFIUTI URBANI

• La scheda CG (costi di gestione) e i moduli MDCR sono stati completamente rivisti.

Modalità per l’invio delle comunicazioni: 

Le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematicoit;

La comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito www.mudsemplificato.ecocerved.it

e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it

Diritti di segreteria e modalità di pagamento

Sono pari a 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC

Per le comunicazioni inviate telematicamente il pagamento può avvenire tramite

IC Conto

• Carta di credito

• Pago PA con pagamento sul sito MUD

• Pago PA con avviso di pagamento

Per la Comunicazione Rifiuti semplificata e la Comunicazione rifiuti urbani e assimilati, trasmesse via PEC, il pagamento avviene tramite Pago PA con avviso di pagamento

Sul sito ambientale delle Camere di commercio, raggiungibile all’indirizzo www.ecocamere.it sono disponibili materiali e istruzioni per la compilazione, il software per la compilazione e la presentazione del MUD, nonché i tracciati record aggiornati per i produttori di software.





MUD Telematico

MUD Semplificato

MUD Comuni

Contenuto aggiornato al:Lunedì, 17 Maggio, 2021 - 12:39