MUD

 

MUD

Il Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) è un modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti nell'anno precedente la dichiarazione dalle attività economiche, trasportati, intermediati, smaltiti, avviati al recupero, i rifiuti raccolti dal Comune, nonché quelli derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

 

Entro il 30 giugno 2020 (termine prorogato dal Decreto Legge 18/2020 cd. "Cura Italia") dovranno essere presentate le dichiarazioni relative all’anno 2019, utilizzando lo stesso Modello del 2019, allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 dicembre 2018.



Soggetti interessati

  1. Comunicazione Rifiuti speciali 
  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti 
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione 
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti 
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi 
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g) del D.lgs. 152/2006) 
Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02. 

 
  1. Comunicazione Veicoli Fuori Uso 
  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali. 

 

  1. Comunicazione Imballaggi 
  • CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c) 
  • Impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152. 

 

  1. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche 
  • Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014. 

 

  1. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione 
  • Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati. 

 

  1. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche 
  • Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento. 





Rimangono immutati rispetto al 2019:

    1. Struttura del modello, articolato in 6 Comunicazioni;

    2. Soggetti obbligati alla presentazione del MUD, che sono quelli definiti dall'articolo 189 c. 3: del D.lgs. 152/2006;

    3. Modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mud.telematico.it; 

    4. la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it

    5. Diritti di segreteria che sono pari a 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC

Sul sito ambientale delle Camere di commercio, raggiungibile all’indirizzo www.ecocamere.it,  sono disponibili materiali e istruzioni per la compilazione, il software per la compilazione e la presentazione del MUD,  nonché i tracciati record aggiornati per i produttori di software.





MUD Telematico

MUD Semplificato

MUD Comuni

Contenuto aggiornato al:Venerdì, 20 Marzo, 2020 - 10:02