Come attivare la procedura - Costi

 

Come attivare la procedura - Costi

Come attivare la procedura

Per avviare la mediazione occorre utilizzare l’apposita domanda di avvio mediazione (esente da bollo).

Le parti possono, inoltre, depositare domande congiunte o contestuali utilizzando la domanda di avvio mediazione congiunta (esente da bollo).

Nel caso in cui le parti istanti o le parti invitate fossero più di una (mediazione multiparte) occorre utilizzare tanti fogli della domanda Parte attivante o Parte aderente.

In caso di mediazione obbligatoria, alla domanda di avvio è indispensabile allegare il mandato a conciliare conferito all’avvocato da cui si vuole essere assistiti. L’intera documentazione, comprensiva della domanda di mediazione, dovrà essere presentata in tante copie quante sono le controparti.

La domanda, compilata e sottoscritta dal richiedente o dal suo avvocato e corredata da eventuale documentazione, può essere presentata:

- attraverso la piattaforma telematica ConciliaCamera, previa registrazione;

- presso la sede della Segreteria dell’Organismo (Piazza della Vittoria, 1 – Campobasso ovvero Corso Risorgimento, 302 – Isernia) negli orari di apertura al pubblico;

- per posta, all’indirizzo all'indirizzo: Camera di Commercio del Molise – Organismo di mediazione - Piazza della Vittoria, 1 - 86100 Campobasso;

- a mezzo PEC all’indirizzo cciaa.molise@legalmail.it

 

Costi e modalità di pagamento

Le spese dovute per la mediazione sono costituite dalle spese di avvio e dall’indennità di mediazione e si possono versare in una delle seguenti modalità:

I pagamenti richiesti potranno essere effettuati in contanti o con carta di credito o bancomat allo sportello oppure tramite piattaforma PagoPA.

Per questa modalità visita il sito https://www.molise.camcom.gov.it/it/la-camera/pagamenti-pago-pa.

Le spese di avvio, pari ad € 40,00 + IVA (totale € 48,80) per le liti di valore fino ad € 250.000,00 e pari ad € 80,00 + IVA (totale € 97,60) per le liti di valore superiore ad € 250.000,00, si versano dalla parte attivante al momento del deposito della domanda di avvio mediazione e dalla parte invitata al momento del deposito della domanda di adesione. Sono inoltre dovute le spese vive documentate (ad esempio per l’invio della raccomandata, le spese per la notifica a mezzo messo comunale, etc.).

La mediazione obbligatoria è totalmente gratuita per i soggetti che nel processo beneficiano del gratuito patrocinio (soggetti meno abbienti). In tal caso all’Organismo non è dovuta alcuna indennità.
Hai votato 'Scarso'.
Contenuto aggiornato al:Venerdì, 26 Marzo, 2021 - 11:32