Registro carico e scarico rifiuti

 

Registro carico e scarico rifiuti

Che cosa è
Il documento su cui annotare le informazioni sulle caratteristiche quali/quantitative dei rifiuti e la data di produzione, di trasporto o di gestione.
Il registro di carico e scarico, integrato con il formulario, contiene tutte le informazioni relative alle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti prodotti, trasportati, recuperati, smaltiti e oggetto di intermediazioni e costituisce la base dati per la compilazione della comunicazione annuale dei rifiuti da presentare alla Camera di commercio, industria e artigianato e agricoltura territorialmente competenti.
I registri di carico e scarico dei rifiuti devono essere numerati e vidimati dalle Camere di commercio.
La Camera di commercio competente per la vidimazione dei registri di carico e scarico è quella della provincia in cui ha sede legale l'impresa o quella della provincia in cui è situata l'unità locale presso la quale viene tenuto il registro di carico e scarico (Decreto Lgs 4/2008 e Dlgs 152/2006).

Chi è obbligato
1) i produttori:
- di rifiuti speciali non pericolosi derivanti da lavorazioni artigianali ed industriali,
- di rifiuti speciali pericolosi (con alcune esclusioni *),
- di rifiuti derivanti da attività di recupero e smaltimento, di fanghi prodotti dalla potabilizzazione delle acque….,
2) chi effettua attività di raccolta e trasporto a titolo professionale,
3) chi effettua attività di recupero e smaltimento.

Chi è escluso
1) i produttori:
- di rifiuti speciali non pericolosi derivanti da: attività di demolizione, costruzione, scavo, attività commerciale, servizio, sanitarie, attività agricole ed agro-industriale (art. 2135 del C.c.).
- le imprese agricole di cui all’art. 2135 del C.c. che producono rifiuti pericolosi;
- i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01 (Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere), 96.02.02 (Servizi degli istituti di bellezza) e 96.09.02 (Attività di tatuaggio e piercing) che producono rifiuti pericolosi;
2) soggetti abilitati allo svolgimento delle attività di raccolta e di trasporto di rifiuti in forma ambulante, limitatamente ai rifiuti che formano oggetto del loro commercio (art.266 c.5 D.lgs.152/06).

Diritti di segreteria
I diritti di segreteria per la vidimazione dei registri ammontano a 25,00 Euro e si possono versare tramite il C/C 1035797974 intestato a: Camera di Commercio del Molise con causale "Vidimazione registri carico e scarico" (inviare telematicamente la scansione del bollettino) oppure in contanti, direttamente allo sportello ovvero tramite bonifico bancario utilizzando il seguente IBAN: IT24P0100503800000000218600. Con questa modalità di pagamento è necessario allegare la ricevuta contabile che attesti l'avvenuto pagamento dei bonifici e che riporti:
- il numero di TRN/CRO;
- i dati identificativi del soggetto richiedente l'iscrizione;
- i dati identificativi del soggetto beneficiario;
Non sono infine dovute la tassa di concessione governativa e l’imposta di bollo.

Informazioni
Per eventuali informazioni sulla vidimazione dei registri di carico e scarico telefonare al numero 0874 4711.

FORMULARI
Durante il trasporto effettuato da Enti e Imprese i rifiuti sono accompagnati da un formulario di identificazione.
Il formulario non si usa durante il trasporto di rifiuti urbani effettuato dal soggetto che gestisce il servizio pubblico né durante il trasporto di rifiuti non pericolosi effettuati dal produttore dei rifiuti stessi, in modo occasionale e saltuario, che non eccedano la quantità di trenta chilogrammi o di trenta litri.
Non deve essere utilizzato neppure nel caso di trasporto di rifiuti speciali di cui all'art. 184, c.3, lett. a) D.lgs. 152/06, effettuato dal produttore dei rifiuti stessi in modo occasionale e saltuario e finalizzato al conferimento al gestore del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti urbani con il quale sia stata stipulata una convenzione, purché tali rifiuti non eccedano la quantità di trenta chilogrammi o di trenta litri.
I formulari di identificazione rifiuti sono numerati e vidimati da: uffici dell'Agenzia delle entrate, Camere di Commercio di competenza territoriale, uffici regionali e provinciali competenti in materia di rifiuti.
I formulari sono annotati sul registro Iva acquisti.
La vidimazione dei formulari di identificazione è gratuita e non è soggetta ad alcun diritto o imposizione tributaria.
Il formulario è compilato, datato e firmato dal produttore dei rifiuti e controfirmato dal trasportatore al momento del trasporto del rifiuto.
Il formulario è redatto in quattro copie (carta chimica): una copia del formulario rimane presso il produttore o detentore; le altre tre, controfirmate e datate in arrivo al destinatario, restano: una copia al destinatario e due al trasportatore, che provvede a trasmetterne una (la quarta copia) al produttore o detentore dei rifiuti, a trasporto concluso. In questo modo il destinatario dà atto di aver ricevuto i rifiuti.
Le copie del formulario devono essere conservate per 5 anni.

Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 21 Marzo, 2018 - 17:27