Arbitrato

 

Arbitrato

I tempi e i costi della giustizia ordinaria sono eccessivi per il moderno scenario economico e commerciale.
Per questo le Camere di Commercio offrono il servizio di arbitrato, un procedimento alternativo al processo civile, economico e veloce. L'arbitrato è infatti uno strumento per la risoluzione delle liti commerciali alternativo all'ordinaria via giudiziaria. La sua caratteristica fondamentale è la possibilità per le parti di scegliere gli arbitri, i soggetti che decideranno la lite, tra tecnici ed esperti della materia. La procedura termina con un provvedimento finale che ha lo stesso valore di una sentenza emessa dal giudice civile.
 
Chi può rivolgersi alla Camera Arbitrale del Molise:
- due o più parti legate da un contratto possono fare richiesta di arbitrato;
- due imprese che debbono risolvere una controversia insorta tra di loro, un consumatore e un’impresa, un ente (pubblico o non) e un'impresa.
Il procedimento di arbitrato può essere previsto nel contratto che regola i rapporti tra le parti, oppure non essere previsto in alcuna clausola.
Nel primo caso nel contratto vi è una clausola compromissoria che obbliga le parti a risolvere la controversia ricorrendo alla procedura arbitrale. Se questa manca, i contendenti possono ricorrere ugualmente all’arbitrato, attraverso il compromesso arbitrale. Se è una sola delle parti a farne richiesta e non c’è una clausola compromissoria, l’altra parte deve accettare la procedura arbitrale, altrimenti l’arbitrato non può svolgersi.
Le controversie che possono essere risolte con una procedura di arbitrato riguardano tutti i tipi di liti commerciali, comprese quelle di tipo societario.
In media un arbitrato si conclude in sei mesi.
 
Come attivare la procedura
Le parti (o i loro legali muniti di procura) devono fare richiesta alla segreteria della Camera Arbitrale del Molise compilando l'apposito modulo e allegando:
- prove e altri documenti utili;
- indicazioni delle leggi applicabili;
- procura del difensore;
- convenzione arbitrale (invito a partecipare inviato alla controparte).
Se è una sola delle parti a farne richiesta, la segreteria contatta l’altra entro 5 giorni. Questa deve rispondere entro 30 giorni indicando i propri dati e quelli della lite e l’accettazione dell’arbitrato.
Di norma l’arbitrato si svolge con un arbitro unico, oppure, su richiesta delle parti o su espressa menzione nella clausola compromissoria, dinanzi ad un collegio arbitrale di tre membri, nominati secondo la clausola arbitrale ovvero dal consiglio Arbitrale.
Di norma l’arbitrato è rituale: la decisione dell’arbitro (lodo) è simile a quella di un normale processo civile e ha il valore di una sentenza di primo grado. Se invece le parti scelgono l’arbitrato irrituale la decisione ha solo il valore di un contratto.
La domanda di arbitrato può essere depositata:
* a mano presso la segreteria generale della Camera Arbitrale
* inviata a mezzo Racc. AR all’indirizzo: Camera di Commercio del Molise Piazza della Vittoria, 1 – 86100 CAMPOBASSO
* inviata tramite la Posta Elettronica Certificata: cciaa.molise@legalmail.it
* attraverso la procedura telematica conciliacamera, previa registrazione sul sito di Telemaco, accedendo a questo link cliccando poi su camera arbitrale
 
Costi e modalità di pagamento
Il servizio viene effettuato sulla base di un tariffario molto più conveniente rispetto a un normale processo civile. Le tariffe, a cui si aggiungono i diritti amministrativi, variano a seconda del valore della lite e possono essere pagate in una delle seguenti modalità:
* in contanti direttamente presso gli sportelli delle sedi della Camera di Commercio;
* tramite c/c postale, al n. 1035797974 intestato alla Camera di Commercio del Molise;
* mediante bonifico bancario utilizzando il codice IBAN: IT24P 01005 03800 000000218600 - SWIFT-BIC: BNLIITRR.
 
Per informazioni
0874/4711
E-mail
Hai votato 'Scarso'.
Contenuto aggiornato al:Giovedì, 20 Giugno, 2019 - 09:19