Arbitrato

 

Arbitrato

I tempi e i costi della giustizia ordinaria sono eccessivi per il moderno scenario economico e commerciale.
Per questo le Camere di Commercio offrono il servizio di arbitrato, un procedimento alternativo al processo civile, economico e veloce. L'arbitrato è infatti uno strumento per la risoluzione delle liti commerciali alternativo all'ordinaria via giudiziaria. La sua caratteristica fondamentale è la possibilità per le parti di scegliere gli arbitri, i soggetti che decideranno la lite, tra tecnici ed esperti della materia. La procedura termina con un provvedimento finale che ha lo stesso valore di una sentenza emessa dal giudice civile.

Chi può rivolgersi alla Camera Arbitrale del Molise:
- due o più parti legate da un contratto possono fare richiesta di arbitrato;
- due imprese che debbono risolvere una controversia insorta tra di loro, un consumatore e un’impresa, un ente (pubblico o non) e un'impresa.
Il procedimento di arbitrato può essere previsto nel contratto che regola i rapporti tra le parti, oppure non essere previsto in alcuna clausola.
Nel primo caso nel contratto vi è una clausola compromissoria che obbliga le parti a risolvere la controversia ricorrendo alla procedura arbitrale. Se questa manca, i contendenti possono ricorrere ugualmente all’arbitrato, attraverso il compromesso arbitrale. Se è una sola delle parti a farne richiesta e non c’è una clausola compromissoria, l’altra parte deve accettare la procedura arbitrale, altrimenti l’arbitrato non può svolgersi.
Le controversie che possono essere risolte con una procedura di arbitrato riguardano tutti i tipi di liti commerciali, comprese quelle di tipo societario.
In media un arbitrato si conclude in sei mesi.

Contenuto aggiornato al:Giovedì, 12 Ottobre, 2017 - 13:27