Diritto Annuale 2020

 

Diritto Annuale 2020

Attenzione alle truffe

Sono pervenute da più parti segnalazioni di falsi bollettini e moduli ingannevoli inviati attraverso posta elettronica certificata ad imprese e professionisti con oggetto “Esazione diritto 2020 con riferimento alle Camere di Commercio e al versamento del diritto annuale 2020. Il mittente degli invii è sempre diverso. Tali comunicazioni non hanno avuto origine dalle procedure di gestione del diritto annuale. Si raccomanda, pertanto di accertare i contenuti effettivi del materiale ricevuto e di prestare la massima attenzione prima di effettuare qualsiasi pagamento, ricordando che i pagamenti del diritto annuale devono essere effettuati utilizzando esclusivamente il modello F24 o attraverso il portale pago PA. Si ricorda che il diritto annuale ha scadenza con il primo acconto delle imposte sui redditi (30 giugno) e che l’invio dell’informativa della Camera di Commercio avviene intorno alla meta’ del mese di giugno con il logo e il mittente della Camera di Commercio del Molise. Si raccomanda di non prestare attenzione a queste comunicazioni ingannevoli e soprattutto di non pagare. In caso di dubbio ed incertezze, l’ufficio diritto annuale è a disposizione per qualsiasi informazione e/o chiarimento sia attraverso mail che telefonicamente.

Per informazioni informazioni  diritto.annuale@molise.camcom.it tel. 0874/4711-511



Diritto Annuale 2020 in breve

Il MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, per l’anno 2020 ha confermato gli importi degli anni precedenti per le iscrizioni delle nuove imprese(nota MISE 0347962 dell’11.12.2019).

Gli importi provvisori da versare per il 2020 sono calcolati sulla base di quelli del quadriennio 2011 - 2014 ridotti del 50%, come previsto dall'art. 28 c. 1 del D.L. 24.06.2014 n. 90 convertito in L. 11.08.2014 n. 114, come rimarcato anche dal Decreto Ministeriale 08.01.2015.

La Camera di Commercio del Molise anche per il triennio 2020-2022, come per lo scorso triennio ha deliberato l’incremento complessivo del diritto annuale nella misura del 20%, per il finanziamento di progetti strategici a sostegno delle economie locali. Tale maggiorazione è stata dunque autorizzata con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 12.03.2020, entrato in vigore il 27.03.2020 e pubblicato sul sito del Ministero stesso.

Le imprese e le unità locali che, prima di tale provvedimento, avessero già pagato gli importi provvisori non maggiorati, dovranno integrare la differenza nel termine del 30.11.2020, di cui all’art. 17 comma, 3, lettera b) del Decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 2001 n. 435.

Le imprese che si iscrivono nel corso del 2020, oppure che aprono una unità locale, dovranno versare gli importi riportati nella tabella sottostante, al momento della domanda di iscrizione (tramite Comunica) oppure con modello F24 nei trenta giorni successivi. Ai fini del versamento occorre sempre provvedere ad un unico arrotondamento finale all’unità di euro, dell’importo complessivo dovuto, comprensivo anche delle unità locali aperte per entrambe le province di CB e IS. L’arrotondamento si effettua procedendo per eccesso se la frazione decimale è uguale o superiore a 50 centesimi, per difetto negli altri casi.

Tipo impresa Sede Unità Locale

Imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale (piccoli imprenditori, artigiani, coltivatori diretti e imprenditori agricoli)

€ 53,00

€ 11,00

Imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria del Registro imprese

€ 120

€ 24

Società semplici agricole

€ 60

€ 12

Società semplici non agricole

€ 120

€ 24

Società tra avvocati previste dal D.lgs. n. 96/2001

€ 120

€ 24

Soggetti iscritti al REA (solo per la sede)

€ 18

non versano per le U.L.

Unità locali o sedi secondarie di un paese con sede secondaria all’estero

€ 66

 

Nuovo tasso di interesse legale

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze con Decreto 12 dicembre 2019 con l’articolo 1 decreta la misura del saggio degli interessi legali di sui all’articolo 1284 del codice civile è fissata allo 0,05 per cento in ragione d’anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2020.

 

Contenuto aggiornato al:Martedì, 7 Aprile, 2020 - 12:44