fbpx Resto al Sud | Camera di Commercio del Molise

Resto al Sud

 

Resto al Sud

restoalsud.jpg

È l’incentivo a sportello che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) e nei 116 comuni di Lazio, Marche e Umbria.

NOVITÀ: RESTO AL SUD ESTESO AL SETTORE COMMERCIO!

A chi è rivolto
Possono presentare la domanda:
- tutti coloro che hanno meno di 56 anni;
- siano residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nei 116 comuni di Lazio, Marche e Umbria, nelle isole minori marine del Centro-Nord, nonché in quelle lagunari e lacustri (l’elenco è disponibile sul sito di Invitalia) al momento della presentazione della domanda di finanziamento oppure trasferiscano la residenza nelle regioni indicate dopo la comunicazione di esito positivo;
- senza alcun limite di età, chiunque vuole avviare un’attività imprenditoriale in uno dei 24 comuni compresi nel cratere sismico del Centro Italia;
- non abbiano un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento;
- non siano già titolari di altra attività di impresa in esercizio alla data del 21/06/2017;
- per i liberi professionisti (in forma individuale e come società tra professionisti -STP):
* chi nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda non risulta titolare di partita IVA;
* chi, pur titolare di partita IVA nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda, non l’ha mai movimentata;
* chi, pur titolare di partita IVA nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda, l’ha movimentata ma per attività associata a un codice Ateco non identico fino alla 3° cifra di classificazione
Possono presentare richiesta di finanziamento le società, ivi incluse le società cooperative e le società tra professionisti, le ditte individuali costituite successivamente alla data del 21 giugno 2017, o i team di persone che si costituiscono entro 60 giorni (o 120 se residenti all’estero) dopo l’esito positivo della valutazione.
Per le società tra professionisti è ammessa la presenza di soggetti senza i requisiti per massimo 1/3 della compagine sociale.
La costituzione nelle forme sopra elencate non è obbligatoria per le attività libero professionali svolte in forma individuale, per le quali è richiesta unicamente la partita IVA nonché, laddove prevista, l’iscrizione agli ordini professionali.

Cosa si può fare
Si possono avviare iniziative imprenditoriali per:
- produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura,
- fornitura di servizi alle imprese e alle persone,
- turismo,
- commercio !NEW!
- attività libero-professionali (sia in forma individuale che societaria).
Sono escluse dal finanziamento le attività agricole.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

Agevolazioni
Il finanziamento massimo è pari a 50.000 euro per ogni richiedente e può arrivare fino a 200.000 euro nel caso di società composte da quattro soci.
Copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in:
- contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento complessivo
- finanziamento bancario pari al 50% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi sono interamente a carico di Invitalia.
Per le sole imprese esercitate in forma individuale, con un solo soggetto proponente, il finanziamento massimo è pari a 60.000 euro.
A supporto del fabbisogno di circolante, è previsto un ulteriore contributo a fondo perduto (erogato al completamento del programma di spesa, contestualmente al saldo dei contributi concessi):
- 15.000 euro per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale
- fino a un massimo di 40.000 euro per le società

Per avere ulteriori informazioni o servizi di assistenza di primo livello gratuiti si può prenotare un appuntamento con l’Azienda Speciale SERM della Camera di Commercio del Molise - ente accreditato per Resto al Sud.
I servizi sono gratuiti.
Non sarà cura dell’Ente lo sviluppo progettuale e del relativo piano economico/finanziario.
Puoi contattarci anche via mail scrivendo a creazioneimpresa@molise.camcom.it